Lettori


“Non si tratta di leggere tanti libri ed essere tutti d’accordo con dei pensieri, ma di lasciare emergere la natura biochimica (energetica) delle nostre fiche e dei nostri cazzi, dei nostri buchi di culo e delle nostre gole, mani, seni, piedi, occhi…Questa è la coralità del branco organico, non siamo gente isolata gli uni dagli altri. Il potere della libertà non lo si può imporre, la libertà puoi solo provare a ispirarla, sognarla, raccontarla.”